Crea sito

PSICHE-Discontinuità della cura nei pazienti affetti da schizofrenia

Covariate

Per tutti i soggetti della coorte verranno registrate le seguenti variabili esplicative:
a) Caratteristiche anagrafiche e socio-ambientali (età alla data indice, sesso, stato civile, livello d’istruzione, collocazione ambientale);
b) Indice di comorbidità calcolato nei tre anni precedenti la data indice utilizzando il Charlson Comorbidity Index Score.
c) Aderenza ai farmaci antipsicotici (N05A) durante il follow-up. L’aderenza sarà calcolata mediante la proporzione di giorni coperti dal trattamento rispetto al numero di giorni totali di follow-up (PDC).
d) Uso concomitante di altri farmaci della sfera psichiatrica: antidepressivi (N06A), stabilizzatori dell’umore (N03AF, N03AG, N03AX, N05AN) durante il follow-up.
e) Numero di contatti con un DSM o SPDC durante il follow-up.
f) Numero di trattamenti psicoeducativi (Sì/No) durante il follow-up.
g) Numero di trattamenti psicoterapici (Sì/No) durante il follow-up.
h) Numero di controlli ematici effettuati durante il follow-up: glicemico, livello del colesterolo e livello dei trigliceridi.
i) Caratteristiche del DSM che ha in carico il paziente (diversificazione delle figure professionali al suo interno, numero di interventi effettuati al di fuori del DSM, numero di pazienti in carico alla data indice)

Analisi statistica

L’associazione tra covariate e tempo di insorgenza dell’esito verrà stimata mediante un modello di regressione di Cox ed espressa come hazard ratio (HR) e relativi intervalli di confidenza al 95% (IC 95%). L’aderenza agli antipsicotici (PDC) sarà inclusa nel modello considerando 4 livelli: molto bassa (≤25%), bassa (26-50%), intermedia (51-75%) e alta (>75%). La prima categoria (PDC <25%) sarà utilizzata come riferimento. Poiché l’esposizione ad alcune covariate (indicizzate come c, d, e, f, g, h ed i nel precedente paragrafo) può modificarsi durante il follow-up, la valutazione del loro effetto necessita di essere affrontato nel tempo.

Al tal fine verrà utilizzato un approccio che prevede di ricalcolare il valore della covariata ogniqualvolta si verifica un esito durante il follow-up. Oltre a queste covariate tempo-dipendenti, il modello di regressione di Cox includerà anche fattori che caratterizzano i pazienti alla data indice (cioè quelli indicizzati come a e b al paragrafo precedente). Ci si riserva di utilizzare anche un modello ad effetti misti che tenga conto della quota di variabilità introdotta dalla clusterizzazione dei pazienti in diversi DSM.

Pages: 1 2

Powered by AlterVista